L’estate addosso

Ho visto il film di Muccino e sono rimasta emozionata.

Senza stare qui a focalizzare l’attenzione sulla storia degli omosessuali, mi ha colpito la narrazione della libertà.

La libertà che si assapora lontano da casa, in un mondo che sembra avanti, lontano da te, dall’Italia, dove tutti sembrano più liberi.

Guardando da vicino in verità non lo sono più che in Italia, sei tu che sei lontano, slegato e ti senti leggero, puoi pensare a te, riflettere su di te, come non potevi fare a casa tua.

Poi assapori anche quella sensazione di bellezza diversa da quella a cui sei abituato, la bellezza di ciò che vedi per la prima volta, città piene di verde e di azzurro, anche in mezzo agli alti palazzi.

Quella bellezza del nuovo che ti prende e ti avvolge del tutto.

E così ho ripensato alla mia bella città dei sogni, da cui sono tornata e così anche io in fondo ho la mia città addosso che non dimenticherò mai.

 

 

 

 

 

Annunci